Google is committed to advancing racial equity for Black communities. See how.
Questa pagina è stata tradotta dall'API Cloud Translation.
Switch to English

Note di rilascio dell'SDK di Firebase Admin Go

Per esaminare le note di rilascio per la console Firebase e per altre piattaforme Firebase e i relativi SDK, fai riferimento alle Note di rilascio di Firebase .

Versione 4.1.0 - 22 ottobre 2020

Autenticazione

  • Implementato il supporto per specificare l'ordine di password-salt nelle configurazioni hash utilizzate durante l'importazione degli utenti.
  • Migrazione della funzionalità di firma del token alla nuova API delle credenziali IAM.

Versione 4.0.0 - 16 giugno 2020

  • L'Admin SDK ha attivato i moduli Go. Al nome del pacchetto ora è aggiunta la versione principale. Gli sviluppatori devono utilizzare il nuovo nome del pacchetto firebase.google.com/go/v4 durante l'installazione e l'importazione dell'SDK. Consulta la guida alla migrazione di Go Admin SDK v4 per maggiori dettagli.
  • Aggiunto un nuovo pacchetto errorutils che fornisce funzioni per il controllo dei codici di errore a livello di piattaforma.

Autenticazione

  • Aggiunte nuove funzioni di controllo degli errori a livello di servizio IsIDTokenInvalid() , IsIDTokenExpired() , IsSessionCookieInvalid() , IsSessionCookieExpired() e IsCertificateFetchFailed() . Queste funzioni possono essere utilizzate insieme alle API di verifica JWT esistenti.

Messaggistica cloud

  • Il tipo messaging.WebpushFcmOptions è stato rinominato messaging.WebpushFCMOptions .
  • Aggiunte nuove funzioni di controllo degli errori a livello di servizio IsThirdPartyAuthError() , IsQuotaExceeded() , IsSenderIDMismatch() , IsUnregistered() e IsUnavailable() .

Versione 3.13.0 - 21 maggio 2020

Autenticazione

  • Aggiunte GetUsers() e DeleteUsers() per il recupero e l'eliminazione di account utente in blocco.
  • Supporto implementato per la creazione di token personalizzati con ambito a tenant specifici. CustomToken() funzioni CustomToken() e CustomTokenWithClaims() sono ora esposte anche sul tipo auth.TenantClient .

Versione 3.12.1 - 23 aprile 2020

  • Caricamento delle credenziali auth.VerifyIDToken() fino a quando non viene richiesto, il che consente di auth.VerifyIDToken() alcune API come auth.VerifyIDToken() senza credenziali.

Messaggistica cloud

  • Aggiornato l'endpoint remoto utilizzato dalle operazioni di gestione degli argomenti. Grazie rueian per il contributo .

Versione 3.12.0 - 15 gennaio 2020

Messaggistica cloud

Autenticazione

  • Risolto un bug nel tipo TenantIterator che impediva di elencare correttamente tutti gli inquilini.

Versione 3.11.1 - 23 dicembre 2019

Autenticazione

  • Piccoli miglioramenti all'implementazione per correggere l'output di riferimento API generato da godoc .

Versione 3.11.0 - 18 dicembre 2019

  • Eliminato il supporto per Go 1.9 e 1.10. L'Admin SDK for Go ora richiede Go 1.11 o versioni successive. Grazie shogo82148 per il contributo .

Autenticazione

  • Aggiunta una nuova funzione di controllo degli errori IsInvalidEmail() . Grazie shogo82148 per il contributo .
  • Aggiunta auth.TenantManager API auth.TenantManager per la creazione, l'aggiornamento, il recupero e l'eliminazione dei tenant di autenticazione.
  • Aggiunta auth.TenantClient API auth.TenantClient per la gestione degli utenti, la configurazione dei provider SAML / OIDC e la generazione di collegamenti alle azioni di posta elettronica per tenant specifici.

Messaggistica cloud

  • Le API di messaggistica batch SendAll() e SendMulticast() ora supportano l'invio di fino a 500 messaggi in una singola chiamata.

Versione 3.10.0 - 30 ottobre 2019

Autenticazione

  • auth.ExportedUserRecord non espone più gli hash delle password che vengono oscurati a causa della mancanza di autorizzazioni nelle credenziali dell'account di servizio.
  • Aggiunto il tipo auth.OIDCProviderConfig e le relative funzioni per creare, recuperare, aggiornare ed eliminare le configurazioni del provider di autenticazione OIDC.
  • Aggiunto il tipo auth.SAMLProviderConfig e le relative funzioni per creare, recuperare, aggiornare ed eliminare le configurazioni del provider di autenticazione SAML.

Messaggistica cloud

  • Aggiunto supporto per l'invio di un URL immagine con notifiche. Grazie chemidy per il contributo .

Versione 3.9.0 - 7 agosto 2019

Messaggistica cloud

  • Aggiunta l'API SendAll() per l'invio di più notifiche come batch.
  • Aggiunte API MulticastMessage e SendMulticast() per l'invio di notifiche a più destinatari.
  • Aggiunto supporto per specificare l'etichetta di analisi per le notifiche tramite i tipi AndroidFCMOptions , APNSFCMOptions e FCMOptions . Grazie chemidy per il contributo .

Versione 3.8.1 - 11 giugno 2019

  • Risolti alcuni unit test che non riuscivano in ambienti senza credenziali predefinite dell'applicazione Google.

Versione 3.8.0 - 30 maggio 2019

Autenticazione

  • Aggiunte API per la creazione di collegamenti per la reimpostazione della password, la verifica e-mail e l'accesso al collegamento e-mail tramite auth.PasswordResetLink() , auth.EmailVerificationLink() e auth.EmailSignInLink() . Per ulteriori dettagli ed esempi di codice, vedere Generazione di collegamenti all'azione di posta elettronica
  • Tutte le API nel pacchetto di auth ora ritentano automaticamente le chiamate RPC non riuscite a causa di errori I / O o HTTP.

Versione 3.7.0 - 28 marzo 2019

  • Tentativi HTTP automatici abilitati per le API nei pacchetti db , messaging e iid .

Autenticazione

Versione 3.6.0 - 16 gennaio 2019

Messaggistica cloud

  • Il tipo messaging.Aps ora supporta la configurazione di un suono di avviso critico. A questo scopo è stato introdotto un nuovo tipo di messaging.CriticalSound .
  • I tipi pubblici nel pacchetto di messaging ora supportano l'unmarshalling JSON corretto.

Autenticazione

  • La funzione VerifyIDToken() ora tollera uno skew dell'orologio fino a 5 minuti quando si confrontano i timestamp JWT.

Versione 3.5.0 - 4 dicembre 2018

  • Interrotto il supporto per Go 1.8 e versioni precedenti.

Messaggistica cloud

  • messaging.AndroidNotification ora supporta la specifica di un channel_id quando si inviano messaggi a dispositivi Android O. Grazie chemidy per il contributo .
  • messaging.ApsAlert ora supporta la specifica di un sottotitolo. Grazie chemidy per il contributo .
  • messaging.WebpushNotification ora supporta la specifica di opzioni FCM aggiuntive. Grazie chemidy per il contributo .
  • Gestione degli errori migliorata grazie alla richiesta di una risposta di errore più dettagliata dal servizio di backend FCM.

Database in tempo reale

  • Risolto il modo in cui l'SDK gestisce i caratteri speciali nei nomi dei nodi.

Versione 3.4.0 - 13 settembre 2018

Database in tempo reale

  • firebase.App fornisce una nuova funzione DatabaseWithURL() che può essere utilizzata per inizializzare i client che si connettono a diverse istanze di database nello stesso progetto Firebase.

Versione 3.3.0 - 9 agosto 2018

Autenticazione

  • Risolta una regressione introdotta nella versione 3.2.0, in cui VerifyIDToken() non può essere utilizzato in Google App Engine.

Messaggistica cloud

Versione 3.2.0 - 17 luglio 2018

  • L'Admin SDK ora può leggere l'ID del progetto Firebase / Google Cloud Platform da entrambe le variabili di ambiente GCLOUD_PROJECT e GOOGLE_CLOUD_PROJECT .

Autenticazione

  • L'Admin SDK ora può creare token personalizzati senza essere inizializzato con le credenziali dell'account di servizio.
  • L'SDK ora fornisce un ServiceAccountId opzione ServiceAccountId , che può essere utilizzato per impostare solo l'e-mail client di un account di servizio.
  • Quando viene distribuito in un ambiente gestito da Google (ad es. Google App Engine), l'SDK può rilevare automaticamente un ID account di servizio senza alcuna configurazione esplicita.

Versione 3.1.0 - 12 giugno 2018

  • Il pacchetto iid ora fornisce una serie di nuove funzioni per il controllo di varie condizioni di errore come iid.IsInvalidArgument() , iid.IsNotFound() , ecc.

Autenticazione

  • Una nuova funzione ImportUsers() per importare gli utenti in Firebase Auth in blocco.
  • UpdateUser() e DeleteUser() ora restituiscono correttamente un errore UserNotFound quando vengono chiamate con un ID utente non esistente.

Versione 3.0.0 - 8 maggio 2018

  • CustomToken() funzioni CustomToken() , CustomTokenWithClaims() e VerifyIDToken() ora accettano un Context come primo argomento.

Versione 2.7.0 - 17 aprile 2018

  • I pacchetti di auth e messaging ora forniscono una serie di nuove funzioni per il controllo di varie condizioni di errore (ad esempio, auth.IsIDTokenRevoked() , messaging.IsInvalidArgument() ecc.).

Messaggistica cloud

  • Aggiunto il campo MutableContent al tipo messaging.Aps . Può essere utilizzato per impostare la proprietà del mutable-content quando si inviano messaggi FCM alle destinazioni APN.
  • Aggiunto supporto per specificare campi valore-chiave arbitrari nel tipo Aps .
  • Gestione degli errori migliorata nell'API di messaging . Gli errori restituiti ora contengono dettagli aggiuntivi.

Versione 2.6.1 - 15 marzo 2018

Messaggistica cloud

Supporto della versione

  • Supporto per go versione 1.6.

Versione 2.6.0 - 28 febbraio 2018

Database in tempo reale

  • Un nuovo pacchetto db che facilita le operazioni di manipolazione dei dati di base (creare, leggere, aggiornare ed eliminare), aggiornamenti condizionali (transazioni) e query avanzate. Attualmente, questa API non supporta i listener di eventi in tempo reale.

Versione 2.5.0 - 14 febbraio 2018

Messaggistica cloud

  • Un nuovo pacchetto di messaging per l'invio di messaggi FCM e la gestione delle sottoscrizioni agli argomenti.
  • Una nuova funzione Send() per l'invio di messaggi FCM.
  • Una nuova funzione SubscribeToTopic() per la sottoscrizione di un elenco di token di registrazione del dispositivo a un argomento FCM.
  • Una nuova funzione UnubscribeFromTopic() per annullare la sottoscrizione di un elenco di token di registrazione del dispositivo da un argomento FCM.

Autenticazione

Versione 2.4.0 - 11 gennaio 2018

Inizializzazione

  • Il metodo firebase.NewApp() ora può essere richiamato senza alcun argomento. Questo inizializza un'app utilizzando le credenziali predefinite dell'applicazione Google e firebase.Config caricato dalla variabile di ambiente FIREBASE_CONFIG .

Autenticazione

  • Le operazioni di gestione degli utenti nel pacchetto auth ora utilizzano la libreria identitytoolkit/v3 .
  • Il campo ProviderID nel tipo auth.UserRecord è ora impostato sul valore costante firebase .

Versione 2.3.0 - 21 dicembre 2017

  • Una nuova API InstanceID che facilita l'eliminazione degli ID istanza e dei dati utente associati dai progetti Firebase.

Versione 2.2.1 - 13 dicembre 2017

Autenticazione

  • L'aggiunta della versione X-Client-Version alle intestazioni nelle chiamate API per il monitoraggio dell'utilizzo dell'API.

Versione 2.2.0 - 8 dicembre 2017

Autenticazione

  • Una nuova API di gestione utenti che supporta l'esecuzione di query e l'aggiornamento degli account utente associati a un progetto Firebase. Questo aggiunge le GetUser() , GetUserByEmail() , GetUserByPhoneNumber() , CreateUser() , UpdateUser() , DeleteUser() , Users() e SetCustomUserClaims() all'API auth.Client .

Versione 2.1.0 - 7 novembre 2017

Versione 2.0.0 - 13 ottobre 2017

Autenticazione

  • L'API Auth() ora accetta un argomento Context . Questa modifica decisiva consente il passaggio di contesti diversi a servizi diversi, invece di utilizzare un singolo contesto per App .

Versione 1.0.2 - 13 settembre 2017

Autenticazione

  • Quando viene distribuito nell'ambiente Google App Engine, l'SDK può ora sfruttare le utilità fornite dall'SDK di App Engine per firmare i token JWT. Di conseguenza, ora è possibile inizializzare Admin SDK in App Engine senza un file JSON dell'account di servizio ed essere ancora in grado di chiamare CustomToken() e CustomTokenWithClaims() .

Versione 1.0.1 - 7 settembre 2017

Autenticazione

  • Ora utilizza le opzioni client fornite durante l' inizializzazione dell'SDK per creare il http.Client che viene utilizzato per recuperare i certificati di chiave pubblica. Ciò consente agli sviluppatori di utilizzare la funzione di verifica del token ID in ambienti come Google App Engine fornendo un http.Client specifico della http.Client utilizzando option.WithHTTPClient() .

Versione 1.0.0 - 30 agosto 2017

  • Versione iniziale di Admin Go SDK. Per iniziare, vedi Aggiungere Firebase Admin SDK al server .
  • Puoi configurare l'SDK per utilizzare le credenziali dell'account di servizio, le credenziali utente (token di aggiornamento) o le credenziali predefinite dell'applicazione Google Cloud per accedere al tuo progetto Firebase.

Autenticazione

  • La versione iniziale include le funzioni CustomToken() , CustomTokenWithClaims() e VerifyIDToken() per il conio di token di autenticazione personalizzati e la verifica dei token ID Firebase.