Catch up on everything announced at Firebase Summit, and learn how Firebase can help you accelerate app development and run your app with confidence. Learn More

Inizia con il monitoraggio delle prestazioni per Android

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Prima di iniziare

Se non l'hai già fatto, aggiungi Firebase al tuo progetto Android .

Passaggio 1 : aggiungi l'SDK di monitoraggio delle prestazioni alla tua app

Dopo aver aggiunto l'SDK Performance Monitoring, Firebase inizia automaticamente a raccogliere i dati per il rendering dello schermo della tua app e i dati relativi al ciclo di vita della tua app (come l' ora di inizio dell'app ). Per consentire a Firebase di monitorare le richieste di rete, è necessario aggiungere anche il plug-in Gradle per il monitoraggio delle prestazioni (passaggio successivo).

  1. Nel file Gradle del modulo (a livello di app) (in genere <project>/<app-module>/build.gradle ), aggiungi la dipendenza per la libreria Android di monitoraggio delle prestazioni. Ti consigliamo di utilizzare la distinta base Android di Firebase per controllare il controllo delle versioni della libreria.

    Kotlin+KTX

    dependencies {
        // Import the BoM for the Firebase platform
        implementation platform('com.google.firebase:firebase-bom:31.2.0')
    
        // Add the dependency for the Performance Monitoring library
        // When using the BoM, you don't specify versions in Firebase library dependencies
        implementation 'com.google.firebase:firebase-perf-ktx'
    }
    

    Utilizzando Firebase Android BoM , la tua app utilizzerà sempre versioni compatibili delle librerie Firebase Android.

    (Alternativa) Aggiungi le dipendenze della libreria Firebase senza utilizzare la distinta base

    Se scegli di non utilizzare Firebase BoM, devi specificare ogni versione della libreria Firebase nella relativa riga di dipendenza.

    Tieni presente che se utilizzi più librerie Firebase nella tua app, ti consigliamo vivamente di utilizzare la distinta base per gestire le versioni della libreria, che garantisce che tutte le versioni siano compatibili.

    dependencies {
        // Add the dependency for the Performance Monitoring library
        // When NOT using the BoM, you must specify versions in Firebase library dependencies
        implementation 'com.google.firebase:firebase-perf-ktx:20.3.1'
    }
    

    Java

    dependencies {
        // Import the BoM for the Firebase platform
        implementation platform('com.google.firebase:firebase-bom:31.2.0')
    
        // Add the dependency for the Performance Monitoring library
        // When using the BoM, you don't specify versions in Firebase library dependencies
        implementation 'com.google.firebase:firebase-perf'
    }
    

    Utilizzando Firebase Android BoM , la tua app utilizzerà sempre versioni compatibili delle librerie Firebase Android.

    (Alternativa) Aggiungi le dipendenze della libreria Firebase senza utilizzare la distinta base

    Se scegli di non utilizzare Firebase BoM, devi specificare ogni versione della libreria Firebase nella relativa riga di dipendenza.

    Tieni presente che se utilizzi più librerie Firebase nella tua app, ti consigliamo vivamente di utilizzare la distinta base per gestire le versioni della libreria, che garantisce che tutte le versioni siano compatibili.

    dependencies {
        // Add the dependency for the Performance Monitoring library
        // When NOT using the BoM, you must specify versions in Firebase library dependencies
        implementation 'com.google.firebase:firebase-perf:20.3.1'
    }
    

  2. Ricompila la tua app.

Passaggio 2 : aggiungi il plug-in Gradle per il monitoraggio delle prestazioni alla tua app

Dopo aver aggiunto il plug-in Gradle per il monitoraggio delle prestazioni, Firebase avvia automaticamente la raccolta dei dati per le richieste di rete HTTP/S . Il plug-in consente inoltre di strumentare tracce di codice personalizzate utilizzando l'annotazione @AddTrace .

  1. Nel tuo file Gradle a livello di root (a livello di progetto) ( <project>/build.gradle ), aggiungi il plug-in Gradle per il monitoraggio delle prestazioni come dipendenza buildscript:

    buildscript {
        repositories {
          // Make sure that you have the following two repositories
          google()  // Google's Maven repository
          mavenCentral()  // Maven Central repository
        }
    
        dependencies {
            ...
            // To benefit from the latest Performance Monitoring plugin features,
            // update your Android Gradle plugin dependency to at least v3.4.0
            classpath 'com.android.tools.build:gradle:7.2.0'
    
            // Make sure that you have the Google services Gradle plugin dependency
            classpath 'com.google.gms:google-services:4.3.15'
    
            // Add the dependency for the Performance Monitoring Gradle plugin
            classpath 'com.google.firebase:perf-plugin:1.4.2'
        }
    }
  2. Nel file Gradle del tuo modulo (a livello di app) (di solito <project>/<app-module>/build.gradle ), aggiungi il plug-in Gradle per il monitoraggio delle prestazioni:

    plugins {
        id 'com.android.application'
    
        // Make sure that you have the Google services Gradle plugin
        id 'com.google.gms.google-services'
    
        // Add the Performance Monitoring Gradle plugin
        id 'com.google.firebase.firebase-perf'
        ...
    }
  3. Ricompila la tua app.

Passaggio 3 : Genera eventi di prestazioni per la visualizzazione iniziale dei dati

Firebase inizia a elaborare gli eventi quando aggiungi correttamente l'SDK alla tua app. Se stai ancora sviluppando localmente, interagisci con la tua app per generare eventi per la raccolta e l'elaborazione iniziale dei dati.

  1. Genera eventi spostando più volte la tua app dallo sfondo al primo piano, interagendo con la tua app navigando tra le schermate e/o attivando richieste di rete.

  2. Vai alla dashboard delle prestazioni della console Firebase. Dovresti visualizzare i dati iniziali entro pochi minuti.

    Se non visualizzi i dati iniziali, consulta i suggerimenti per la risoluzione dei problemi .

Passaggio 4 : (facoltativo) visualizzare i messaggi di registro per gli eventi relativi alle prestazioni

  1. Abilita la registrazione di debug per il monitoraggio delle prestazioni in fase di compilazione aggiungendo un elemento <meta-data> al file AndroidManifest.xml della tua app, in questo modo:

    <application>
        <meta-data
          android:name="firebase_performance_logcat_enabled"
          android:value="true" />
    </application>
    
  2. Controlla i tuoi messaggi di registro per eventuali messaggi di errore.

  3. Il monitoraggio delle prestazioni contrassegna i suoi messaggi di registro con FirebasePerformance . Utilizzando il filtro logcat, puoi visualizzare in modo specifico la traccia della durata e la registrazione delle richieste di rete HTTP/S eseguendo il seguente comando:

    adb logcat -s FirebasePerformance
  4. Verificare la presenza dei seguenti tipi di log che indicano che il monitoraggio delle prestazioni sta registrando gli eventi delle prestazioni:

    • Logging trace metric: TRACE_NAME , FIREBASE_PERFORMANCE_CONSOLE_URL
    • Logging network request trace: URL
  5. Fai clic sull'URL per visualizzare i tuoi dati nella console Firebase. L'aggiornamento dei dati nella dashboard potrebbe richiedere alcuni istanti.

Se la tua app non registra gli eventi relativi alle prestazioni, consulta i suggerimenti per la risoluzione dei problemi .

Passaggio 5 : (facoltativo) aggiungere il monitoraggio personalizzato per codice specifico

Per monitorare i dati sulle prestazioni associati a un codice specifico nella tua app, puoi instrumentare tracce di codice personalizzate .

Con una traccia del codice personalizzata, puoi misurare quanto tempo impiega la tua app per completare un'attività specifica o una serie di attività, come il caricamento di una serie di immagini o l'esecuzione di query sul database. La metrica predefinita per una traccia del codice personalizzata è la sua durata, ma puoi anche aggiungere metriche personalizzate, ad esempio riscontri nella cache e avvisi di memoria.

Nel tuo codice, definisci l'inizio e la fine di una traccia del codice personalizzato (e aggiungi le metriche personalizzate desiderate) utilizzando l'API fornita dall'SDK di monitoraggio delle prestazioni. Per le app Android, puoi anche monitorare la durata di metodi specifici utilizzando l'annotazione @AddTrace .

Visita Aggiungi monitoraggio per codice specifico per saperne di più su queste funzionalità e su come aggiungerle alla tua app.

Passaggio 6 : distribuisci la tua app, quindi esamina i risultati

Dopo aver convalidato il monitoraggio delle prestazioni utilizzando uno o più dispositivi di test, puoi distribuire la versione aggiornata della tua app ai tuoi utenti.

Puoi monitorare i dati sulle prestazioni nella dashboard Prestazioni della console Firebase.

Problemi conosciuti

  • Il plug-in Performance Monitoring Gradle v1.1.0 può causare una mancata corrispondenza nelle dipendenze Guava, causando il seguente errore:

    Error:Execution failed for task ':app:packageInstantRunResourcesDebug'.
    > com.google.common.util.concurrent.MoreExecutors.directExecutor()Ljava/util/concurrent/Executor;

    Se visualizzi questo errore, puoi:

    • Aggiorna il plug-in Performance Monitoring alla versione 1.1.1 o successiva (la più recente è la versione 1.4.2).

    • Sostituisci la linea di dipendenza del plug-in Performance Monitoring nel file Gradle a livello di root (a livello di progetto) ( build.gradle ), come segue:

      buildscript {
        // ...
      
        dependencies {
          // ...
      
          // Replace the standard Performance Monitoring plugin dependency line, as follows:
          classpath ('com.google.firebase:perf-plugin:1.1.0') {
                      exclude group: 'com.google.guava', module: 'guava-jdk5'
          }
        }
      }
      
  • Il monitoraggio delle prestazioni segnala la dimensione totale del payload per le richieste di rete HTTP in base al valore impostato nell'intestazione HTTP content-length. Questo valore potrebbe non essere sempre accurato.

  • Il monitoraggio delle prestazioni supporta solo il processo principale nelle app Android multiprocesso.

Prossimi passi