Catch up on everything announced at Firebase Summit, and learn how Firebase can help you accelerate app development and run your app with confidence. Learn More

Ricevi messaggi in un'app Android

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Le notifiche Firebase si comportano in modo diverso a seconda dello stato in primo piano/in background dell'app ricevente. Se desideri che le app in primo piano ricevano messaggi di notifica o messaggi di dati, dovrai scrivere codice per gestire la richiamata onMessageReceived . Per una spiegazione della differenza tra messaggi di notifica e di dati, vedere Tipi di messaggio .

Gestione dei messaggi

Per ricevere messaggi, utilizza un servizio che estende FirebaseMessagingService . Il tuo servizio dovrebbe sovrascrivere i callback onMessageReceived e onDeletedMessages . Dovrebbe gestire qualsiasi messaggio entro 20 secondi dalla ricezione (10 secondi su Android Marshmallow). L'intervallo di tempo potrebbe essere più breve a seconda dei ritardi del sistema operativo verificatisi prima della chiamata onMessageReceived . Dopo tale periodo, vari comportamenti del sistema operativo come i limiti di esecuzione in background di Android O potrebbero interferire con la tua capacità di completare il tuo lavoro. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra panoramica sulla priorità dei messaggi .

onMessageReceived viene fornito per la maggior parte dei tipi di messaggio, con le seguenti eccezioni:

  • Messaggi di notifica recapitati quando la tua app è in background . In questo caso, la notifica viene consegnata alla barra delle applicazioni del dispositivo. Un utente che tocca una notifica apre l'app launcher per impostazione predefinita.

  • Messaggi con payload sia di notifica che di dati, se ricevuti in background . In questo caso, la notifica viene recapitata nella barra delle applicazioni del dispositivo e il payload dei dati viene recapitato negli extra dell'intento dell'attività di avvio.

In sintesi:

Stato dell'app Notifica Dati Tutti e due
Primo piano onMessageReceived onMessageReceived onMessageReceived
Sfondo Area di notifica onMessageReceived Notifica: vassoio di sistema
Dati: in extra dell'intento.
Per ulteriori informazioni sui tipi di messaggio, vedere Notifiche e messaggi di dati .

Modifica il manifest dell'app

Per utilizzare FirebaseMessagingService , devi aggiungere quanto segue nel manifest dell'app:

<service
    android:name=".java.MyFirebaseMessagingService"
    android:exported="false">
    <intent-filter>
        <action android:name="com.google.firebase.MESSAGING_EVENT" />
    </intent-filter>
</service>

Inoltre, ti consigliamo di impostare valori predefiniti per personalizzare l'aspetto delle notifiche. Puoi specificare un'icona predefinita personalizzata e un colore predefinito personalizzato che vengono applicati ogni volta che i valori equivalenti non sono impostati nel payload di notifica.

Aggiungi queste righe all'interno del tag application per impostare l'icona predefinita personalizzata e il colore personalizzato:

<!-- Set custom default icon. This is used when no icon is set for incoming notification messages.
     See README(https://goo.gl/l4GJaQ) for more. -->
<meta-data
    android:name="com.google.firebase.messaging.default_notification_icon"
    android:resource="@drawable/ic_stat_ic_notification" />
<!-- Set color used with incoming notification messages. This is used when no color is set for the incoming
     notification message. See README(https://goo.gl/6BKBk7) for more. -->
<meta-data
    android:name="com.google.firebase.messaging.default_notification_color"
    android:resource="@color/colorAccent" />

Android visualizza l'icona predefinita personalizzata per

  • Tutti i messaggi di notifica inviati dal compositore di notifiche .
  • Qualsiasi messaggio di notifica che non imposta in modo esplicito l'icona nel payload di notifica.

Android utilizza il colore predefinito personalizzato per

  • Tutti i messaggi di notifica inviati dal compositore di notifiche .
  • Qualsiasi messaggio di notifica che non imposta in modo esplicito il colore nel payload di notifica.

Se non è impostata alcuna icona predefinita personalizzata e nessuna icona è impostata nel payload di notifica, Android visualizza l'icona dell'applicazione resa in bianco.

Sostituisci onMessageReceived

Sovrascrivendo il metodo FirebaseMessagingService.onMessageReceived , puoi eseguire azioni basate sull'oggetto RemoteMessage ricevuto e ottenere i dati del messaggio:

Kotlin+KTX

override fun onMessageReceived(remoteMessage: RemoteMessage) {
    // TODO(developer): Handle FCM messages here.
    // Not getting messages here? See why this may be: https://goo.gl/39bRNJ
    Log.d(TAG, "From: ${remoteMessage.from}")

    // Check if message contains a data payload.
    if (remoteMessage.data.isNotEmpty()) {
        Log.d(TAG, "Message data payload: ${remoteMessage.data}")

        if (/* Check if data needs to be processed by long running job */ true) {
            // For long-running tasks (10 seconds or more) use WorkManager.
            scheduleJob()
        } else {
            // Handle message within 10 seconds
            handleNow()
        }
    }

    // Check if message contains a notification payload.
    remoteMessage.notification?.let {
        Log.d(TAG, "Message Notification Body: ${it.body}")
    }

    // Also if you intend on generating your own notifications as a result of a received FCM
    // message, here is where that should be initiated. See sendNotification method below.
}

Java

@Override
public void onMessageReceived(RemoteMessage remoteMessage) {
    // TODO(developer): Handle FCM messages here.
    // Not getting messages here? See why this may be: https://goo.gl/39bRNJ
    Log.d(TAG, "From: " + remoteMessage.getFrom());

    // Check if message contains a data payload.
    if (remoteMessage.getData().size() > 0) {
        Log.d(TAG, "Message data payload: " + remoteMessage.getData());

        if (/* Check if data needs to be processed by long running job */ true) {
            // For long-running tasks (10 seconds or more) use WorkManager.
            scheduleJob();
        } else {
            // Handle message within 10 seconds
            handleNow();
        }

    }

    // Check if message contains a notification payload.
    if (remoteMessage.getNotification() != null) {
        Log.d(TAG, "Message Notification Body: " + remoteMessage.getNotification().getBody());
    }

    // Also if you intend on generating your own notifications as a result of a received FCM
    // message, here is where that should be initiated. See sendNotification method below.
}

Sostituisci onDeletedMessages

In alcune situazioni, FCM potrebbe non consegnare un messaggio. Ciò si verifica quando ci sono troppi messaggi (>100) in sospeso per la tua app su un particolare dispositivo al momento della connessione o se il dispositivo non si è connesso a FCM per più di un mese. In questi casi, potresti ricevere una richiamata a FirebaseMessagingService.onDeletedMessages() Quando l'istanza dell'app riceve questa richiamata, dovrebbe eseguire una sincronizzazione completa con il tuo server dell'app. Se non hai inviato un messaggio all'app su quel dispositivo nelle ultime 4 settimane, FCM non chiamerà onDeletedMessages() .

Gestisci i messaggi di notifica in un'app in background

Quando la tua app è in background, Android indirizza i messaggi di notifica alla barra delle applicazioni. Un utente che tocca la notifica apre l'app launcher per impostazione predefinita.

Ciò include i messaggi che contengono sia la notifica che il payload dei dati (e tutti i messaggi inviati dalla console delle notifiche). In questi casi, la notifica viene recapitata nella barra delle applicazioni del dispositivo e il payload dei dati viene recapitato negli extra dell'intento dell'attività di avvio.

Per informazioni sulla consegna dei messaggi alla tua app, consulta la dashboard dei rapporti FCM , che registra il numero di messaggi inviati e aperti su dispositivi Apple e Android, insieme ai dati per le "impressioni" (notifiche visualizzate dagli utenti) per le app Android.

App con restrizioni in background (Android P o versioni successive)

FCM potrebbe non inviare messaggi alle app che sono state messe in background dall'utente (ad esempio tramite: Impostazioni -> App e notifiche -> [nomeapp] -> Batteria). Una volta che la tua app è stata rimossa dalla restrizione in background, i nuovi messaggi all'app verranno recapitati come prima. Al fine di prevenire la perdita di messaggi e altri impatti delle restrizioni in background, assicurati di evitare i comportamenti scorretti elencati dallo sforzo di Android vitals . Questi comportamenti potrebbero portare il dispositivo Android a consigliare all'utente di limitare la tua app in background. La tua app può verificare se è limitata in background utilizzando: isBackgroundRestricted() .

Ricevi messaggi FCM in modalità di avvio diretto

Gli sviluppatori che desiderano inviare messaggi FCM alle app anche prima che il dispositivo sia sbloccato possono consentire a un'app Android di ricevere messaggi quando il dispositivo è in modalità di avvio diretto. Ad esempio, potresti volere che gli utenti della tua app ricevano notifiche di allarme anche su un dispositivo bloccato.

Quando crei questo caso d'uso, osserva le best practice e le restrizioni generali per la modalità di avvio diretto . È particolarmente importante considerare la visibilità dei messaggi abilitati all'avvio diretto; qualsiasi utente con accesso al dispositivo può visualizzare questi messaggi senza inserire le credenziali utente.

Prerequisiti

  • Il dispositivo deve essere configurato per la modalità di avvio diretto.
  • Sul dispositivo deve essere installata una versione recente di Google Play Services (19.0.54 o successiva).
  • L'app deve utilizzare l'SDK FCM ( com.google.firebase:firebase-messaging ) per ricevere i messaggi FCM.

Abilita la gestione dei messaggi in modalità di avvio diretto nella tua app

  1. Nel file Gradle a livello di app, aggiungi una dipendenza dalla libreria di supporto per l'avvio diretto di FCM:

    implementation 'com.google.firebase:firebase-messaging-directboot:20.2.0'
    
  2. Rendi consapevole l'avvio diretto di FirebaseMessagingService dell'app aggiungendo l' android:directBootAware="true" nel manifest dell'app:

    <service
        android:name=".java.MyFirebaseMessagingService"
        android:exported="false"
        android:directBootAware="true">
        <intent-filter>
            <action android:name="com.google.firebase.MESSAGING_EVENT" />
        </intent-filter>
    </service>
    

È importante assicurarsi che questo FirebaseMessagingService possa essere eseguito in modalità di avvio diretto. Verificare i seguenti requisiti:

  • Il servizio non deve accedere all'archiviazione protetta da credenziali durante l'esecuzione in modalità di avvio diretto.
  • Il servizio non deve tentare di utilizzare componenti, ad esempio Activities , BroadcastReceivers o altri Services che non sono contrassegnati come Direct Boot Aware durante l'esecuzione in modalità Direct Boot.
  • Le librerie utilizzate dal servizio non devono inoltre accedere all'archiviazione protetta da credenziali né chiamare componenti non directBootAware durante l'esecuzione in modalità di avvio diretto. Ciò significa che tutte le librerie utilizzate dall'app che vengono chiamate dal servizio dovranno essere a conoscenza dell'avvio diretto oppure l'app dovrà verificare se è in esecuzione in modalità di avvio diretto e non chiamarle in tale modalità. Ad esempio, gli SDK Firebase funzionano con l'avvio diretto (possono essere inclusi in un'app senza bloccarla in modalità di avvio diretto), ma molte API Firebase non supportano la chiamata in modalità di avvio diretto.
  • Se l'app utilizza Application personalizzata , l' Application dovrà anche essere a conoscenza dell'avvio diretto (nessun accesso all'archiviazione protetta da credenziali in modalità di avvio diretto).

Per indicazioni sull'invio di messaggi ai dispositivi in ​​modalità di avvio diretto, vedere Inviare messaggi abilitati per l'avvio diretto .