Google is committed to advancing racial equity for Black communities. See how.
Questa pagina è stata tradotta dall'API Cloud Translation.
Switch to English

Usa Firebase Remote Config con C ++

Puoi utilizzare Firebase Remote Config per definire i parametri nella tua app e aggiornare i loro valori nel cloud, permettendoti di modificare l'aspetto e il comportamento della tua app senza distribuire un aggiornamento dell'app.

La libreria Remote Config viene utilizzata per archiviare i valori dei parametri predefiniti in-app, recuperare i valori dei parametri aggiornati dal back-end di Remote Config e controllare quando i valori recuperati vengono resi disponibili per l'app. Per ulteriori informazioni, vedere Strategie di caricamento di Remote Config .

Aggiungi Firebase alla tua app

Prima di poter utilizzare Firebase Remote Config , devi:

  • Registra il tuo progetto C ++ e configuralo per utilizzare Firebase.

    Se il tuo progetto C ++ utilizza già Firebase, allora è già registrato e configurato per Firebase.

  • Nel tuo file build.gradle livello di build.gradle , assicurati di includere il repository Maven di Google in entrambe le sezioni buildscript e allprojects .

  • Aggiungi Firebase C ++ SDK al tuo progetto C ++.

Tieni presente che l'aggiunta di Firebase al tuo progetto C ++ implica attività sia nella console Firebase che nel tuo progetto C ++ aperto (ad esempio, scarichi i file di configurazione di Firebase dalla console, quindi li sposti nel tuo progetto C ++).

Aggiungi Remote Config alla tua app

Android

Dopo aver aggiunto Firebase alla tua app:

  1. Crea un'app Firebase, passando l'ambiente JNI e l'attività:

    app = ::firebase::App::Create(::firebase::AppOptions(), jni_env, activity);

  2. Inizializza la libreria Remote Config, come mostrato:

    ::firebase::remote_config::Initialize(app);

iOS

Dopo aver aggiunto Firebase alla tua app:

  1. Crea un'app Firebase:

    app = ::firebase::App::Create(::firebase::AppOptions());

  2. Inizializza la libreria Remote Config, come mostrato:

    ::firebase::remote_config::Initialize(app);

Imposta i valori dei parametri predefiniti in-app

Puoi impostare i valori dei parametri predefiniti in-app nell'oggetto Remote Config, in modo che l'app si comporti come previsto prima di connettersi al back-end di Remote Config e in modo che i valori predefiniti siano disponibili se nessuno è impostato sul back-end.

  1. Definisci una serie di nomi di parametri e valori di parametri predefiniti utilizzando un oggetto std::map<const char*, const char*> o un oggetto std::map<const char*, firebase::Variant> .
  2. Aggiungere questi valori all'oggetto Remote Config utilizzando SetDefaults() .

Ottieni i valori dei parametri da utilizzare nella tua app

Ora puoi ottenere i valori dei parametri dall'oggetto Remote Config. Se imposti valori nel back-end di Remote Config, li recuperi e poi li attivi, quei valori sono disponibili per la tua app. Altrimenti, ottieni i valori dei parametri in-app configurati utilizzando SetDefaults () .

Per ottenere questi valori, chiama il metodo elencato di seguito che esegue il mapping al tipo di dati previsto dalla tua app, fornendo la chiave del parametro come argomento:

Collega la tua app alla console Firebase

Nella console Firebase , aggiungi la tua app al tuo progetto Firebase.

Imposta i valori dei parametri

  1. Nella console Firebase , apri il tuo progetto.
  2. Selezionare Remote Config dal menu per visualizzare il dashboard di Remote Config.
  3. Definisci i parametri con gli stessi nomi dei parametri che hai definito nella tua app. Per ogni parametro, puoi impostare un valore predefinito (che alla fine sovrascriverà il valore predefinito in-app) e valori condizionali. Per saperne di più, vedi Parametri e condizioni di Remote Config .

Recupera e attiva i valori

  1. Per recuperare i valori dei parametri dal backend Remote Config, chiama il metodo Fetch() . Tutti i valori impostati sul back-end vengono recuperati e memorizzati nella cache nell'oggetto Remote Config.
  2. Per rendere i valori dei parametri recuperati disponibili per la tua app, chiama il metodo ActivateFetched() .

Poiché questi valori dei parametri aggiornati influenzano il comportamento e l'aspetto della tua app, dovresti attivare i valori recuperati in un momento che assicuri un'esperienza fluida per il tuo utente, come la prossima volta che l'utente apre la tua app.