Google is committed to advancing racial equity for Black communities. See how.
Questa pagina è stata tradotta dall'API Cloud Translation.
Switch to English

Cloud Functions per Firebase

Cloud Functions per Firebase è un framework serverless che ti consente di eseguire automaticamente il codice di backend in risposta agli eventi attivati ​​dalle funzionalità Firebase e dalle richieste HTTPS. Il tuo codice JavaScript o TypeScript è archiviato nel cloud di Google e viene eseguito in un ambiente gestito. Non è necessario gestire e scalare i tuoi server.

Utilizzi già Cloud Functions su Google Cloud Platform? Ulteriori informazioni su come Firebase si inserisce nell'immagine.

Inizia Casi d'uso

Funzionalità chiave

Integra la piattaforma Firebase

Le funzioni che scrivi possono rispondere agli eventi generati da varie funzionalità di Firebase e Google Cloud, dai trigger di Firebase Authentication ai trigger di Cloud Storage .

Integra le funzionalità di Firebase utilizzando Admin SDK insieme a Cloud Functions e integra i servizi di terze parti scrivendo i tuoi webhook. Cloud Functions riduce al minimo il codice boilerplate, semplificando l'utilizzo di Firebase e Google Cloud all'interno della tua funzione.
Zero manutenzione Distribuisci il tuo codice JavaScript o TypeScript sui nostri server con un comando dalla riga di comando. Dopodiché, Firebase ridimensiona automaticamente le risorse di elaborazione per adattarle ai modelli di utilizzo dei tuoi utenti. Non ti preoccupare mai delle credenziali, della configurazione del server, del provisioning di nuovi server o della disattivazione di quelli vecchi.
Mantiene la tua logica privata e sicura In molti casi, gli sviluppatori preferiscono controllare la logica dell'applicazione sul server per evitare manomissioni sul lato client. Inoltre, a volte non è desiderabile consentire il reverse engineering di quel codice. Cloud Functions è completamente isolato dal client, quindi puoi essere certo che sia privato e che faccia sempre esattamente ciò che desideri.

Come funziona?

Dopo aver scritto e distribuito una funzione, i server di Google iniziano a gestirla immediatamente. Puoi attivare la funzione direttamente con una richiesta HTTP oppure, nel caso di funzioni in background, i server di Google ascolteranno gli eventi ed eseguiranno la funzione quando viene attivata.

Man mano che il carico aumenta o diminuisce, Google risponde scalando rapidamente il numero di istanze di server virtuali necessarie per eseguire la tua funzione. Ogni funzione viene eseguita in isolamento, nel proprio ambiente con la propria configurazione.

Ciclo di vita di una funzione in background

  1. Scrivi il codice per una nuova funzione, selezionando un provider di eventi (come Cloud Firestore) e definendo le condizioni in base alle quali la funzione deve essere eseguita.
  2. Quando distribuisci la tua funzione:
    1. La CLI di Firebase crea un archivio .zip del codice della funzione, che viene quindi caricato in un bucket di archiviazione (con prefisso "gcf-sources") nel tuo progetto Firebase.
    2. Cloud Build recupera il codice della funzione e crea l'origine della funzione. Puoi visualizzare i log di Cloud Build nella console di Google Cloud .
    3. L'immagine del contenitore per il codice delle funzioni create viene caricata in un repository di Container Registry privato nel progetto (denominato "gcf") e la nuova funzione viene implementata.
  3. Quando il provider di eventi genera un evento che corrisponde alle condizioni della funzione, viene richiamato il codice.
  4. Se la funzione è impegnata a gestire molti eventi, Google crea più istanze per gestire il lavoro più velocemente. Se la funzione è inattiva, le istanze vengono pulite.
  5. Quando aggiorni la funzione distribuendo codice aggiornato, le istanze per le versioni precedenti vengono ripulite insieme agli artefatti di build in Storage e Container Registry e sostituite da nuove istanze.
  6. Quando si elimina la funzione, tutte le istanze e gli archivi zip vengono puliti, insieme agli artefatti di build correlati in Storage e Container Registry. La connessione tra la funzione e il provider di eventi viene rimossa.

Oltre ad ascoltare gli eventi con una funzione in background, puoi chiamare le funzioni direttamente con una richiesta HTTP o una chiamata dal client .

Percorso di implementazione

Configura Cloud Functions Installa la CLI di Firebase e inizializza Cloud Functions nel tuo progetto Firebase.
Scrivi funzioni Scrivi codice JavaScript (o codice TypeScript da trasferire durante la distribuzione) per gestire gli eventi dai servizi Firebase, dai servizi Google Cloud o da altri fornitori di eventi.
Funzioni di test Usa l' emulatore locale per testare le tue funzioni.
Distribuisci e monitora Abilita la fatturazione per il tuo progetto e distribuisci le tue funzioni utilizzando la CLI di Firebase. Puoi utilizzare la console Firebase per visualizzare e cercare nei tuoi log.

Prossimi passi