Check out what’s new from Firebase@ Google I/O 2021, and join our alpha program for early access to the new Remote Config personalization feature. Learn more

Cosa posso fare con Remote Config?

Gli sviluppatori di app utilizzano Remote Config in molti modi diversi per soddisfare le loro esigenze specifiche e noi lo incoraggiamo. Per darti un'idea del tipo di cose che puoi fare con Remote Config, questa pagina descrive alcuni casi d'uso con ampia applicabilità agli sviluppatori mobili.

Avvia nuove funzionalità con il meccanismo di implementazione percentuale

L'avvio di una nuova funzionalità per tutti gli utenti della tua app può essere spaventoso, poiché non puoi essere sicuro di quanto bene la funzionalità verrà ricevuta dai tuoi utenti. Questo è il motivo per cui molti sviluppatori utilizzano Remote Config per eseguire un'implementazione percentuale ed esporre lentamente i propri utenti a nuove funzionalità.

Per eseguire un'implementazione percentuale su un parametro di configurazione remota esistente, aggiungi una nuova condizione al parametro che contiene una condizione "Utente in percentile casuale" con il valore % impostato su 10%:

Aggiunta di un parametro per l'implementazione della funzionalità percentuale

Ora, quando il parametro new_search_feature viene recuperato da Remote Config, il 10% degli utenti selezionati casualmente ottiene il valore true mentre il resto ottiene il valore false .

Quando sei soddisfatto della stabilità della funzionalità nel 10% della popolazione degli utenti, puoi aumentarla al 30%, al 50% e infine al 100% una volta che hai piena fiducia nella funzionalità.

Definisci banner promozionali specifici per piattaforma e locale per la tua app

Immagina di avere una vendita di e-commerce in arrivo e di voler abilitare una pagina iniziale promozionale nella tua app. Inoltre, immagina di voler personalizzare questa pagina iniziale con le stesse impostazioni internazionali impostate dall'utente sul proprio dispositivo. Puoi definire un parametro promo_splash_graphic e impostarne il valore su URL statici (ospitati su Firebase Storage o altrove) e quindi fare riferimento ad essi in modo dinamico nella tua app.

Potresti quindi assegnare valori diversi ad Android e iOS per le impostazioni locali più importanti per la tua campagna di marketing promozionale. Se è necessario attivare le promozioni in un momento specifico, è possibile utilizzare le condizioni temporali di Remote Config.

Aggiunta di parametri per banner promozionali localizzati

Puoi anche utilizzare le API di backend di Remote Config per aggiornare i valori dei parametri a livello di codice e quindi attivare la funzionalità da un cron job.

Testare nuove funzionalità su un gruppo di test limitato

Normalmente per testare nuove funzionalità all'interno di un gruppo di test limitato, utilizzerai un canale Alpha su Google Play o Test Flight per un'app iOS. Questi strumenti sono perfetti quando si desidera testare nuove funzionalità alla stessa cadenza del normale ciclo di sviluppo.

Tuttavia, a volte potresti avere una funzionalità che vorresti testare più rapidamente e abilitare o disabilitare facilmente indipendentemente dai tempi della prossima versione nel normale ciclo di sviluppo. Per tali casi, Remote Config può essere uno strumento molto utile.

Supponiamo che tu voglia testare nuove grafiche tra i dipendenti della tua azienda. Come potrebbe essere abilitato con Remote Config?

Quando gli utenti accedono alla tua app, controlla il loro ID email e imposta la proprietà utente is_mydomain_employee=true che si applica solo quando l'email appartiene al tuo dominio. Quindi creare una condizione che tenga traccia di quella proprietà dell'utente. Puoi scegliere come target questa proprietà utente in Remote Config e abilitare la nuova funzionalità solo per questi utenti.

Targeting di gruppi di test con una condizione

Usa JSON per configurare entità complesse nella tua app o nel tuo gioco

Man mano che la tua app cresce in complessità, hai bisogno di modi migliori per fornire la configurazione alla tua app. Ad esempio, se si desidera configurare un nuovo sistema di accesso, è possibile creare un parametro Remote Config per ogni valore dinamico che si desidera controllare. Tuttavia, configurare il tuo sistema di accesso in questo modo è noioso e molto difficile da capire e mantenere.

Un modo migliore per fornire la configurazione per un tale sistema di accesso sarebbe utilizzare JSON e raggruppare tutti questi parametri in un unico parametro. Questo aiuta a modificare e mantenere il parametro di login molto più facilmente nel tempo.

La console Firebase fornisce un validatore JSON e una bella stampante che puoi utilizzare durante la modifica dei parametri di Remote Config. Quando si lavora nella console, fare clic sull'icona {} per aprire l'editor.

Utilizzo dell'editor JSON per raggruppare i parametri

Invia un messaggio Slack/E-mail quando viene pubblicato un aggiornamento di Remote Config

Se fai parte di un grande team che utilizza Remote Config, è spesso difficile tenere traccia di chi pubblica Remote Config nel tuo team e quando.

Per semplificare i flussi di lavoro collaborativi, puoi essere avvisato tramite il tuo meccanismo preferito (Slack o Email) quasi in tempo reale. L'API REST di Remote Config, insieme a un trigger in background di Remote Config in Cloud Functions per Firebase, ti consente di propagare gli aggiornamenti in tempo reale .

eBay ha recentemente reso open source la loro implementazione per il modo in cui utilizzano le funzioni cloud con Remote Config per pubblicare una differenza tra i modelli di configurazione remota precedenti e quelli nuovi in ​​un canale Slack.