Firebase is back at Google I/O on May 10! Register now

Visualizza, cerca e filtra i registri delle richieste web del tuo sito con Cloud Logging

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Puoi collegare il tuo progetto Firebase a Cloud Logging per visualizzare, cercare e filtrare i log delle richieste web per ognuno dei tuoi siti di hosting. Questi log provengono dal CDN fornito automaticamente da Firebase, quindi ogni richiesta al tuo sito e i dati della richiesta associati vengono registrati.

Ecco alcune cose che puoi fare con i log di Cloud Logging. Visita ogni sezione di questa pagina per conoscere i dettagli.

  • Comprendi meglio il tuo sito : scopri da dove e quando hai visite al tuo sito, gli stati di risposta del tuo sito, la latenza delle richieste degli utenti finali e altro ancora.

  • Filtra i tuoi log con le query : sfrutta i dati raccolti automaticamente per filtrare e tracciare i dati associati a ciascuna richiesta o al tuo sito.

  • Usa metriche basate su log : crea grafici di Cloud Monitoring e criteri di avviso da metriche di sistema predefinite o metriche definite dall'utente.

  • Esporta i log in altri strumenti Google Cloud : utilizza i dati dei log in altri strumenti (come BigQuery e Data Studio) per un'analisi e una correlazione più potenti.

Se hai più siti di hosting nel tuo progetto, puoi selezionare quale dei tuoi siti di hosting esporterà i log. È quindi possibile filtrare e visualizzare i dati dei log per sito di hosting e persino per dominio. Selezionando siti Hosting specifici per l'esportazione dei log, puoi anche controllare la quantità di dati elaborati per il tuo progetto.

  1. Fai clic su Link nella scheda di integrazione di Cloud Logging nella console Firebase.

    Per collegare o scollegare Cloud Logging, sono necessarie le autorizzazioni raggruppate in uno dei seguenti ruoli: Proprietario o Editor del progetto o Firebase Develop Admin .

  2. Segui le istruzioni sullo schermo per selezionare quale dei tuoi siti di hosting deve esportare i log in Cloud Logging.

    Se disponi già di uno o più siti di hosting attivi, il flusso di lavoro di collegamento visualizza un livello di utilizzo dei dati stimato per i registri di ciascuno dei tuoi siti di hosting. Questo valore è stimato dagli ultimi 30 giorni.

Dopo il collegamento a Cloud Logging, i registri per qualsiasi nuova richiesta ai tuoi siti di hosting vengono generalmente visualizzati entro 30 minuti dalla richiesta.

Puoi anche scollegare Firebase Hosting da Cloud Logging, che interrompe le esportazioni dei log delle richieste web a Cloud Logging.

Monitora l'utilizzo dei dati per i log

Dopo esserti collegato a Cloud Logging, puoi visualizzare il livello di utilizzo dei dati per i log dai tuoi siti di hosting:

Comprendi meglio il tuo sito

L' interfaccia Logs Viewer in Google Cloud Console offre strumenti per visualizzare i tuoi log e dati specifici utilizzando query, filtri integrati e pannelli di dati. Scopri di più su come filtrare i log con le query nella prossima sezione di seguito.

  • Da dove proviene il traffico del tuo sito a livello granulare?
    Puoi visualizzare le informazioni su ogni richiesta, inclusi IP di origine, referente, città e stato.

  • Quando gli utenti visitano il tuo sito?
    È possibile utilizzare il pannello Istogramma per visualizzare la distribuzione per intervalli di tempo specifici. Questo può darti informazioni sui normali picchi e cali dell'utilizzo della tua app, oltre a rivelare eventuali picchi imprevisti nel traffico.

  • Qual è la distribuzione dello stato per le richieste degli utenti finali?
    Puoi visualizzare lo stato di ogni richiesta e persino diagnosticare le richieste che ricevono errori. È possibile filtrare i registri per Critical , Error o Warning .

  • Quanto tempo impiega il tuo sito a rispondere a una richiesta?
    Puoi visualizzare la latenza del tuo sito per ogni richiesta utilizzando il valore latency acquisito in ogni registro.

  • Il tuo sito sfrutta la memorizzazione nella cache dei contenuti?
    Ogni registro contiene un campo cacheHit per dirti se la risorsa del tuo sito è stata servita rapidamente dalla cache CDN dell'hosting o se ha dovuto effettuare il viaggio completo al back-end dell'hosting. Questo può aiutarti a migliorare le prestazioni del tuo sito web sfruttando al massimo il CDN globale di Firebase. Ad esempio, puoi utilizzare i dati per perfezionare le abitudini di memorizzazione nella cache delle risorse statiche e dei contenuti dinamici .

  • Qual è la distribuzione del traffico sui vari domini?
    Se disponi di più domini o siti di hosting, puoi filtrare i log per dominio o per sito. Questo ti permette di vedere come viene distribuito il tuo traffico. Quando filtri per dominio, puoi tenere traccia di quale dominio viene visitato più di frequente.

Filtra i tuoi log con le query

Per informazioni su come filtrare i log con le query, visita Query di esempio utilizzando il Visualizzatore log e Creazione di query di log . La tabella seguente descrive i campi disponibili per tali query.

Per l'hosting, ecco alcuni filtri iniziali per una query:

  • Risorsa ( resource.type ) — firebase_domain (dominio del sito di hosting Firebase)
  • Nome registro ( logName ) — webrequests (Hosting Firebase)

Ogni voce di log ha una struttura predefinita e campi interrogabili (vedi LogEntry ). Per l'hosting, alcuni campi sono standard per una richiesta HTTP, ma ci sono altri valori di campo che provengono dall'elaborazione che l'hosting esegue su ogni richiesta.

Campo Descrizione
Firebase Hosting archivia i seguenti campi nell'oggetto httpRequest della voce di log.
Questi campi sono definiti nella specifica HTTP.
cacheHit Se il CDN di hosting disponeva o meno della risorsa della risposta nella cache
latency La durata della richiesta, in secondi con s postfix (ad esempio, 1.256s )
protocol Il protocollo utilizzato per la richiesta (ad esempio HTTP/1.1 , HTTP/2 , websocket )
referer L'indirizzo della pagina Web precedente da cui è stato seguito un collegamento alla pagina attualmente richiesta (se presente)
remoteIp L'IP del client di origine per la richiesta
requestMethod Il metodo di richiesta ( GET , POST , PUT , ecc.)
requestSize La dimensione della richiesta in byte
requestUrl L'URL completo della richiesta (ad esempio,
https://foo.web.app/bar o https://custom.domain.com?query=param )
responseSize La dimensione della risposta HTTP in byte
serverIp non popolato
status Lo stato della risposta HTTP (ad esempio, 200 o 404 )
userAgent L'intestazione user-agent della richiesta
Firebase Hosting memorizza campi aggiuntivi nell'oggetto jsonPayload della voce di log.
acceptEncoding (dalla richiesta HTTP) Quale codifica del contenuto, solitamente un algoritmo di compressione, supporta il client (ad esempio, gzip o compress )
billable Se il tuo progetto è stato fatturato o meno per la richiesta
customDomain Se la richiesta è stata effettuata o meno su un dominio personalizzato
hostname Il nome host rispetto al quale è stata effettuata la richiesta
remoteIpCountry Il paese di origine della richiesta
remoteIpCity La città di origine della richiesta

Utilizza metriche basate su log

Puoi visualizzare e creare metriche basate su log , quindi utilizzare queste metriche in Cloud Monitoring per creare grafici e criteri di avviso.

  • Sfrutta le metriche di sistema predefinite che vengono registrate automaticamente, come il numero di eventi di registrazione che si sono verificati in un periodo di tempo specifico.

  • Crea metriche definite dall'utente per il tuo progetto. È possibile contare il numero di voci di registro che corrispondono a una determinata query o tenere traccia di valori particolari con le voci di registro corrispondenti. Puoi filtrare usando le espressioni regolari.

  • Utilizza Cloud Monitoring per registrare il numero di voci di log contenenti messaggi particolari o estrarre le informazioni sulla latenza riportate nelle voci di log. Puoi quindi utilizzare queste metriche nei grafici e nei criteri di avviso.

Firebase Hosting genera anche le seguenti metriche di registrazione specifiche per l'hosting. Queste metriche non sono specifiche per una voce di registro, ma piuttosto per il sito di hosting specifico nel suo insieme.

  • log_bytes : byte totali di utilizzo dei dati per ogni sito

  • response_count : conteggio totale delle risposte scritte per il sito

    Questa metrica include il campo dello stato HTTP, quindi puoi tracciare le risposte HTTP in base allo stato (come esempio).

Esporta i log in altri strumenti Google Cloud

Puoi anche esportare i log del tuo sito in altri strumenti Google Cloud, come Cloud Monitoring o BigQuery, ad esempio:

  • Utilizzando Cloud Monitoring , puoi creare metriche basate su log che puoi utilizzare nei grafici e nei criteri di avviso.

  • Utilizzando BigQuery , puoi eseguire una delle seguenti operazioni:

    • Utilizza Data Studio per generare dashboard dei tuoi dati di hosting.
    • Esegui query per ottenere maggiori informazioni sulle tue richieste (dimensione media delle risposte, riscontri nella cache e mancati risultati, ecc.).
    • Scopri quali URL sono effettivamente richiesti dai tuoi utenti.
    • Combina i tuoi dati di hosting con altri dati di Firebase che hai esportato in BigQuery ed esegui query in nuovi modi.